21 dicembre 2011

Apologia di beato




L'uomo dell'anno (FG2011)












Aspetto il sabato per trattenerlo. Occorre
diventi consueta questa guglia dove
necessita un parafulmini
nell'occhio della tempesta. Annuvola
persino al coperto. La città è assente
da molte case, dai volti
precipitati addosso.


Le mani che ero, aperte
e concesse, fermano un tuono
alla testa.