14 dicembre 2011

L'ultimora

Cetara (SA) - Proprio di fronte, a 5 passi dal senso.













Ciò che ferma
la macchina dei denti non somiglia al sonno,
piuttosto a perdita d'occhi, una insufficienza
di lenti.
Niente altro dalla gabbia
su cui scommettere l’ossigeno; avvia
dolersi del gelo, gli umori
in bilico sopra aghi puntigliosi

- quelli cui tocca introdurre nell’aria
la neve e il grido, geòde del silenzio.

Ecco: è come speri
apra le braccia il luogo
sospetto d’affetto.